Kung Fu Panda 3 e crescita personale

Nel giorno di Pasquetta, dopo 5 anni, sono tornato al cinema con mio figlio (di 5 anni ovviamente), per vedere un cartone.

Mai mi sarei aspettato (per mia ignoranza) di ricavarci una riflessione (sono un po’ come Po… pensavo fosse tutto “calci e pugni”).

kung-fu-panda-3

Per migliorarsi bisogna superare le proprie paure e ammettere che non sarà facile.  Continue reading

Liferay e la gestione documentale

Con questo contenuto inauguro una sezione dedicata ai potenziali clienti della 2BeUp, che intende mostrare le caratteristiche funzionali della piattaforma Liferay da un punto di vista utente.

liferay

Pertanto nel seguito il focus non sarà su “come si fa” tecnicamente ma “solo” su “come si usa”. Continue reading

Come esporre un servizio SOAP con IBM BPM

Un’architettura SOA prevede l’utilizzo di un ESB (Enterprise Service Bus) ovvero di uno strato software che “normalizzi” e “regolamenti” modalità e tipo di scambio messaggi fra i vari software attori dell’integrazione che realizzano l’obiettivo commissionatoci dal cliente.

ibm_thumb.png

Eppure all’interno di alcuni BPMS (quello di IBM in questo caso) l’opportunità di esporre come servizio Web, tipicamente lo strumento che abilita un’architettura che segue i principi SOA, qualsiasi tipo di elaborazione è resa davvero banale.   Continue reading

Ho vinto un libro

Il mio primo guest post sul sito di Antonio Musarra

Come consumare un servizio SOAP con Pentaho DI

ha vinto il contest “Scrivi un articolo e vinci un libroContinue reading

Ora o mai più

A Febbraio di quest’anno ho cambiato pelle. Sono uscito dalla mia “zona di comfort” da professionista e sono diventato “anche” un imprenditore.

Ho co-fondato la “2BeUp” perché sono fermamente convinto che la creazione di valore è possibile solo quando si integrano esperienze e visioni diverse. “Insieme” è la parola chiave. Continue reading

Come migrare un’installazione Liferay su un altro server

Di recente ho avuto la necessità di migrare un’installazione Liferay da una virtual machine locale Windows ad una virtual machine sul server di sviluppo Esxi (Linux).

liferay

In questo articolo desidero condividere tutti gli step che ho eseguito. Continue reading

Servizi IT basati sulle best practice ITIL

Venerdì scorso presso l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Napoli ho avuto la possibilità di partecipare al corso “Introduzione ai Servizi IT basati sulle best practice ITIL®”, organizzato dalla commissione informatica presieduta dall’Ing. Francesco Castagna e tenuto dall’ Ing. Claudio Restaino, Director Professional Service della BITIL.COM.

Per il sottoscritto si è presentata l’occasione di rivedere a distanza di anni concetti che, a causa di mutate esigenze lavorative, ho dovuto abbandonare per riprendere il focus sulla tecnologia. Continue reading

Liferay riconosciuto Leader nel Magico Quadrante di Gartner

Per il sesto anno consecutivo, Liferay é stata nominata Leader nel Quadrante Magico per i portali orizzontali 2015 di Gartner, società leader nel campo di ricerca IT.

liferay

Liferay è l’unico vendor indipendente di software open source collocato nel quadrante dei Leaders per “vision” e capacità di esecuzione.
Continue reading

Start, Stop e Restart Tomcat

CentOS 6

#!/bin/bash
#
# tomcat     This shell script takes care of starting and stopping Tomcat
#
# chkconfig: - 80 20
#
### BEGIN INIT INFO
# Provides: tomcat
# Required-Start: $network $syslog
# Required-Stop: $network $syslog
# Default-Start:
# Default-Stop:
# Short-Description: start and stop tomcat
### END INIT INFO

TOMCAT_USER=liferayapp
TOMCAT_HOME="/opt/liferay/tomcat-7.0.27"
SHUTDOWN_WAIT=45

tomcat_pid() {
    echo `ps aux | grep org.apache.catalina.startup.Bootstrap | grep -v grep | awk '{ print $2 }'`
}

start() {
    pid=$(tomcat_pid)
    if [ -n "$pid" ]
    then
        echo "Tomcat is already running (pid: $pid)"
    else
        # Start tomcat
        echo "Starting tomcat"
        /bin/su - -c "cd $TOMCAT_HOME/bin && $TOMCAT_HOME/bin/startup.sh" $TOMCAT_USER
    fi
    return 0
}

stop() {
    pid=$(tomcat_pid)
    if [ -n "$pid" ]
    then
        echo "Stoping Tomcat"
        /bin/su - -c "cd $TOMCAT_HOME/bin && $TOMCAT_HOME/bin/shutdown.sh" $TOMCAT_USER

    let kwait=$SHUTDOWN_WAIT
    count=0
    count_by=5
    until [ `ps -p $pid | grep -c $pid` = '0' ] || [ $count -gt $kwait ]
    do
        echo "Waiting for processes to exit. Timeout before we kill the pid: ${count}/${kwait}"
        sleep $count_by
        let count=$count+$count_by;
    done

    if [ $count -gt $kwait ]; then
        echo "Killing processes which didn't stop after $SHUTDOWN_WAIT seconds"
        kill -9 $pid
    fi
    else
        echo "Tomcat is not running"
    fi

    return 0
}

case $1 in
    start)
        start
        ;;
    stop)
        stop
        ;;
    restart)
        stop
        start
        ;;
    status)
       pid=$(tomcat_pid)
        if [ -n "$pid" ]
        then
           echo "Tomcat is running with pid: $pid"
        else
           echo "Tomcat is not running"
        fi
        ;;
esac

exit 0

via Liferay General Blogs

Come permettere SMTP in uscita con iptables (CentOS)

Schermata 2014-11-17 alle 17.52.39

Su un server CentOS di un cliente sul quale è montata una applicazione Web java based sotto Tomcat, ho avuto il seguente problema (riscontrato in catalina.out).

java.net.UnknownHostException: smtp.gmail.com

Dopo essermi concentrato non poco tempo sulla questione “quali regole impostare su iptables e quali porte aprire per consentire al server di utilizzare un SMTP esterno” in funzione del server di posta del cliente e del tipo di autenticazione, ho capito che il problema era nell’irraggiungibilità del DNS. Meglio tardi che mai :-).

Sotto le regole impostate mediante la sequenza di comandi seguenti:

# x l'SMTP
iptables -A OUTPUT -p tcp --dport 25 -m state --state NEW,ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A OUTPUT -p tcp --dport 587 -m state --state NEW,ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A OUTPUT -p tcp --dport 465 -m state --state NEW,ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A INPUT -p tcp --sport 25 -m state --state ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A INPUT -p tcp --sport 587 -m state --state ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A INPUT -p tcp --sport 465 -m state --state ESTABLISHED -j ACCEPT
# x il DNS
iptables -A OUPUT -p tcp --dport 53 -m state --state NEW,ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A OUTPUT -p tcp --dport 53 -m state --state NEW,ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A INPUT -p tcp --sport 53 -m state ESTABLISHED -j ACCEPT
iptables -A INPUT -p tcp --sport 53 -m state --state ESTABLISHED -j ACCEPT
# x salvare le regole
service iptables save
service iptables restart