BPM

Perché un imprenditore dovrebbe avviare un progetto BPM?

L’avvio di un progetto BPM produce nel medio e lungo periodo dei benefici quantificabili diretti e qualitativi indiretti, che giustificano sempre l’investimento necessario.

bpmquando

foto da http://marktamis.com/2010/10/27/service-agility-thru-adaptive-case-management/

Tuttavia provare a convincere un imprenditore che se intende migliorare le performance della sua azienda deve dotarsi di un altro strumento informatico oltre l’ERP, il CRM, il cruscotto di BI etc., non è assolutamente semplice.

Un video trovato su YouTube spiega, a mio avviso meglio di tante parole, il motivo che dovrebbe spingere un’azienda cliente all’adozione di un BPMS.

http://www.youtube.com/watch?v=uWP1UHuad54&list=FLtWlTMKKrLujnQSywB_1eMg&index=7

Il moltiplicarsi degli strumenti tecnologici, hardware e software, a disposizione del business, è un fenomeno che da solo non produce benefici… anzi.

L’uso “improprio” di alcuni strumenti, in particolare della mail, può comportare problemi simili a quelli esemplificati nel video.

Dobbiamo “riprendere il bandolo della matassa” senza disperdere gli sforzi economici e gli investimenti svolti in tecnologia?

Dobbiamo avere un controllo realtime dell’operato dei nostri collaboratori per rendere l’azienda competitiva?

Dobbiamo dotarci di uno strumento che ci consenta di adattarci velocemente ai mutamenti del mercato ed orientarci realmente alle esigenze del cliente finale?

Se avete risposto tre volte si, come io credo, dobbiamo incontrarci, parlare ed avviare insieme un progetto BPM.