BPM

System Integrator e BPM. Questo matrimonio s’ha da fare

La domanda che più di frequente gli addetti ai lavori si pongono, nei differenti ambiti attinenti all’ICT, è: “Quale tecnologia e/o framework e/o strumento devo utilizzare per migliorare le performance in termini di produttività mantenendo nel contempo uno standard qualitativo elevato?

framework1

Rispondendo a tale domanda si opera quella che in ambito industriale viene definita “scelta” ed alla quale deve seguire un “piano”.

A mio avviso la “scelta” è più importante del “piano” nel nostro settore. In termini più diretti, usando/abusando un/del glossario da startupper, fare pivot sul piano tecnologico è sempre un casino immane che implica dei costi (mentre per una startup è fondamentale per ridefinire il proprio modello di business… come riassunto ottimamente in questo articolo).

In questo video Bill Hahn, BPM solution Architect presso IBM, sintetizza in poco più di tre minuti i motivi che dovrebbero non dico scegliere ma almeno far riflettere, gli imprenditori del settore informatico, i direttori tecnici del settore sviluppo, i CIO etc. circa l’adozione di un BPMS.

Non ho altro da aggiungere salvo che è evidente che rispetto a chi sta dall’altra parte del globo terrestre arriviamo molto spesso in ritardo.